LivingCinema

Posts Tagged ‘Histoire(s) du Cinema’

Ascensore per il patibolo (1957)

In Senza categoria on 17 febbraio 2013 at 11:48

Ascensore per il patibolo – Louis Malle (FRANCIA – 1957 – 92′ b/n Tit.Or: Ascenseur pour l’échafaud)

con: Jeanne Moreau, Maurice Ronet, Georges Poujouly

Ascenseur pour l'échafaud Tratto dall’omonimo romanzo di Noel Calef, Ascensore per il patibolo è al cinema un triangolo perfetto costruito su tre punti principali: Jeanne Moreau, Maurice Ronet e Louis Malle (i loro tre nomi, infatti, aprono i titoli di testa). Leggi il seguito di questo post »

Annunci

18 – M – Il mostro di Düsseldorf (1931)

In Senza categoria on 17 gennaio 2013 at 22:18

M – Il mostro di Düsseldorf. Fritz Lang. (GERMANIA – 1931 – 117’ b/n)

con: Peter Lorre, Otto Wernicke, Gustav Gründgens, Theo Lingen

Titolo originale: M.

M - Il mostro di DusserdorfE’ la prima pellicola sonora per Fritz Lang che subito coglie, nel passaggio dal muto, le principali regole del nuovo cinema sonorizzato (montaggio delle immagini sulle voci fuori campo, suoni contestuali agli ambienti).

Leggi il seguito di questo post »

44 – L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat (1895)

In Senza categoria on 18 giugno 2012 at 08:53

L’arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat – Louis Lumière (FRANCIA – 1895 – 1′ b/n)

Titolo originale: L’arrivé e d’un train à la Gare de La Ciotat

Dal fondo del campo una locomotiva avanza fino a occupare la parte sinistra dello schermo, procedendo lentamente oltre, per poi bloccarsi. Le porte si aprono e i passeggeri scendono dando vita ad un caotico via vai. È forse una delle più celebri sequenze dei fratelli Lumière, oggetto indiscusso di mille citazioni e parodie nella storia del cinema, rappresenta per la prima volta una profondità mai raggiunta sullo schermo fino allora, lasciando intuire le potenzialità di una profondità superiore oltre quella piatta, orizzontale, proscenica utilizzata fino a questo momento. È anche una ripresa fatta di movimento (su più assi) e che quindi riesce per un attimo a cancellare la fissità della macchina da presa. È uno dei filmati proposti alla prima proiezione pubblica nel 1895 dentro il privè del Grand Cafè a Parigi.

78 – Ottobre (1928)

In Senza categoria on 10 giugno 2012 at 12:21

Ottobre. – Sergej M. Ejzenštejn (U.R.S.S. – 1928 – 108′ b/n)

Attori: V. Nikandrov, Vladimir Popov, Boris Livanov, Eduard Tisse, i soldati dell’Armata Rossa ed i contadini di Leningrado

Titolo originale: Oktiabr’

Il terzo film del regista russo Sergej M. Ejzenštejn, ispirato al reportage giornalistico I dieci giorni che sconvolsero il mondo di John Reed [1], mostra in meno di due ore, i dieci giorni cruciali della Rivoluzione d’Ottobre. Concentrato sulla moltitudine come soggetto principale della narrazione Ejzenštejn è il primo regista a rendere la massa, il popolo, protagonista di un racconto cinematografico, perché Ottobre non vive nell’esperienza del singolo (se non nel mito di Lenin che aggrappato alla bandiera affronta il mal tempo nel suo comizio alla stazione in Scandinavia) ma di una forte identificazione collettiva in un progetto comune: la rivoluzione contadina e operaia, commissionata al regista per il decennale della Rivoluzione. Leggi il seguito di questo post »

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

Cinema Adrift

film 'zine for film freaks