LivingCinema

Posts Tagged ‘australia’

1940 – 1949 // LE ALTRE CINEMATOGRAFIE

In Il Tempo Ritrovato on 1 luglio 2018 at 12:45

 

Lady_Robin_Hood-121534786-large

Female Robin Hood (1947) di Ren Pengnian

Ad Hong Kong melodrammi e commedie arricchiscono il panorama cinematografico nazionale. Un melodramma politico di rilievo è Villaggio natale tra le nuvole bianche (1940) di Situ Huimin. Alla fine del decennio l’industria raggiunge alti livelli di produzione cinematografica e nelle sale spopola il genere cappa e spada (wuxiapian in lingua mandarina), basato sull’unione delle arti marziali e le leggende più classiche asiatiche. Female Robin Hood (1947) di Ren Pengnian, regista cinese trasferitosi in questo paese, è uno dei primi esempi di questo genere, anche se l’ispirazione è decisamente internazionale. Life and death (1949) di Zhu Shilin, regista di Shangai anch’esso trasferitosi a Hong Kong, impiega effetti di sovrimpressioni mai utilizzati nel cinema orientale fino a questo momento. Il regista Zhu Shilin è anche uno degli autori principali del melo sociale realizzato ad Hong Kong.

22632908816In Spagna il paese nel 1942 si dichiara neutrale nel conflitto della Seconda Guerra Mondiale ed apre ufficialmente le porte al cinema americano. Nel dopoguerra, compresa l’importanza del cinema soprattutto come immagine che un paese dà di sé all’estero, l’uso della censura e la creazione della Scuola nazionale di cinema danno vita a diverse co-produzioni con paesi alleati quali l’Italia ed il Portogallo, ma solo a fini commerciali e per prodotti di facile consumo e non troppo impegnati politicamente. Leggi il seguito di questo post »

L’ultima onda (1977) di Peter Weir

In Nicheldome on 26 giugno 2015 at 08:32

1977 The last wave - La ultima ola (ing) 03David Burton non è proprio un avvocato, ma un commercialista, ma per la legge australiana va bene ugualmente (con un pizzico di razzismo) per difendere un gruppo di aborigeni che sembra aver commesso l’omicidio di un altro aborigeno. Leggi il seguito di questo post »

Le ultime 17 verità su Lost.

In Videodrome on 25 agosto 2014 at 15:54

LOST

1) Se ti droghi e su un’isola deserta trovi tutta la roba che non ti sei mai fatto, ed è gratis, è anche giunto il momento di smettere.

2) Bastano tre nomi e due frecce su un foglio di carta per fare una mappa e orientarsi su un’isola sconosciuta.

Leggi il seguito di questo post »

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: