Living Cinema

Il gabinetto del dottor Caligari (1920) di Robert Wiene

In SET on 27 febbraio 2021 at 10:27
Hermann Warm

Se non ci fosse stato questo studio sulla scenografia (e le ombre) probabilmente il film di Robert Wiene non sarebbe mai entrato nella storia del cinema. Non è però l’unico o il primo esempio di quello che, proprio grazie a questo particolare approccio visivo, ha preso il nome di espressionismo, uno stile che supporta la narrativa del racconto attraverso l’uso di forti ombre e una percezione distorta degli ambienti.

Non è il primo, non è l’unico, ma è sicuramente il film che meglio di tutti mostra l’effetto di questa corrente artistica. Ecco dunque alcune tavole di preparazione del film di Wiene, tutte disegnate dallo scenografo Hermann Warm, non proprio l’ultimo nome in quanto a scenografia, dato che ha lavorato fino al 1955, collaborando anche con autori come Carl Theodor Dreyer per il quale realizzò le scenografie di altri due gioielli della storia del cinema come Vampyr (1932) e soprattutto La passione di Giovanna d’Arco (1928).

buona visione.

dimmi cosa vedi:

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Captain NEMO's Weblog

Alchimia & Filosofia della Natura

CINEMA ZOO

IL CINEMA DALLA B ALLA ZOO

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: