Living Cinema

1950 // 1959 – CINA

In Il Tempo Ritrovato on 18 gennaio 2021 at 17:00
La ragazza dai capelli bianchi (1950)

L’ultima pellicola con struttura occidentale è realizzata proprio all’inizio del decennio, La ragazza dai capelli bianchi (1950) di Wang Bin e Shui Hua, opera che comunque riprende il mito dell’eroe in chiave femminile, ed al servizio della rivoluzione ovviamente. Questo accade perché molte delle prodizioni inizate nell’anno prima, vengono terminate dopo la liberazione dai giapponesi, con il risultato che spesso molti film hanno il finale cambiato, al servizio degli eventi storici e politici. Né è un ulteriore esempio anche Vita di un poliziotto a Pechino (1950)  Shi Hui

Jin Shan

Il film La vita di Wu Xun (1950) di Sun Yu invece viene criticato l’anno dopo proprio da Mao Tse-tung, e ne è vietata la distribuzione in tutto il paese. Il 1951 è l’anno più buio per il cinema cinese, con solo una produzione nazionale. Di tutto questo periodo oscuro della storia del cinema cinese, l’opera migliore è allora un film per ragazzi come La lettera  con le piume (1953) di Shi Hui. Su questa lunghezza d’onda propagandistica il decennio si conclude con La tempesta (1959) di Jin Shan, film che rievoca lo sciopero dei ferrovieri cinesi del 1923. 

Captain NEMO's Weblog

Alchimia & Filosofia della Natura

CINEMA ZOO

IL CINEMA DALLA B ALLA ZOO

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: