LivingCinema

Sicario (2015)

In Nicheldome on 22 dicembre 2015 at 14:12

sicario-5-640x320Inizia con il botto Sicario (2015) di Denis Villeneuve, nel vero senso della parola, con un tank della polizia che entra in un appartamento sfondando la parete. Si spara e si ammazza subito, e c’è anche una trappola che fa saltare in aria due colleghi dei poliziotti Kate e Reggie. Ma non è nemmeno questa la bomba, perché nascosti nelle pareti dell’appartamento nel quale hanno fatto irruzione, i militari trovano tumulati una cinquantina di cadaveri. E’ una storia di mafia, e siamo al confine con il Messico, dove cioè i cartelli per la droga la fanno da padroni.

sicario4

Emily Blunt

I due colleghi vengono divisi, Kate è valutata più predisposta a far parte di un corpo speciale che sta cercando di combattere i cartelli della droga con ogni mezzo, anche illegale. Ma siamo sicuri che siano tutti dalla stessa parte? 

SicarioSicario non è un brutto film, e funziona, quando sconfina di genere e sfiora il macabro (la scoperta dei cadaveri, i corpi appesi sotto il ponte), funziona nelle facce e funziona anche nelle lunghe sequenze di avvicinamento alla preda, con un trombone (una viola?) che scandisce il passo lento con il quale si ammazza.

ENEMY22013Dello stesso regista però avevamo apprezzato l’ambiguo Enemy (2013) con l’ottima prova di Jake Gyllenhaal e Polytechnique (2009), ma perché questi due film ci erano piaciuti di più e Sicario (2015) meno? Forse perché il primo era tratto da un racconto di José Saramago? Perché il secondo era sceneggiato da Jacques Davidts ma lo stesso regista aveva contribuito alla stesura della sceneggiatura? Sarà, ma a firmare la storia di Sicario è Taylor Sheridan, un esordiente della penna che invece come attore vanta praticamente un decennio di televisione con ruoli action. Sarà questo il motivo? 

sicario-1-640x331La storia infatti ha il sapore del già visto (poliziotti corrotti, teoria della cospirazione in favore dell’ordine) con il più evidente difetto di affidare ad una sola parola la soluzione di un enigma già di per sé debole: Medellin. Forse troppo poco, o forse troppa fuffa.

iu

Benicio Del Toro

Buon cast (Emily Blunt tra i buoni e Benicio Del Toro tra i cattivi) buona prova di regia, tensione palpabile per un puro intrattenimento.

buona visione.

 

Annunci
Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

Cinema Adrift

film 'zine for film freaks

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: