LivingCinema

1895 – 1909 // GERMANIA

In Il Tempo Ritrovato on 12 agosto 2015 at 13:19

300px-Skladanowsky_brothers-1In Germania il fondatore del cinema tedesco è sicuramente Max Skladanowski (difeso dal regista Wim Wenders come il primo nel mondo) che grazie alla collaborazione del fratello Emil brevetta in questo paese una macchina da presa (kulberkasten). Si attribuisce a loro infatti una ripresa dai tetti di Berlino già il 21 agosto 1892, così come la presentazione della loro macchina cinematografica (il bioscop) alla sala del varietà del Wintergarten il 1 novembre 1895 [1]. Saranno loro anche ad aprire nel 1896 una sala Kino a Berlino.

Oskar Messter

Oskar Messter

Nello stesso anno è Oskar Messter ad aprire il primo studio cinematografico tedesco a Berlino. Nel 1898 l’appena diciannovenne Guido Seeber realizza completamente da solo i primi cinegiornali. A partire dal 1903 Oskar Messter sarà anche molto prolifico nella produzione di cortometraggi sonorizzati dal collegamento ad un grammofono. Nel 1905 a Berlino ci sono 16 cinema. La produzione cinematografica tedesca però, per tutto questo decennio, rimane molto legata al plagio del modello francese in quanto a tecniche e contenuti, ma soprattutto all’importazione di film danesi.

Henny Porten

Henny Porten

La prima vera star di questo paese è Henny Porten, che debutta nel 1906 nei cortometraggi diretti dal padre Franz Porten. Nel 1907 il numero di sale a Berlino è salito a 139 mentre l’anno dopo, nel 1908, la società chimica AGFA costruisce la sua prima grande fabbrica destinata alla produzione di pellicola cinematografica. È questo anche l’anno di un film particolare come Der Räuberhauptmann von Köpenick und seine Begnadigung (1908), ispirato ad un fatto vero con lo stesso attore protagonista nel film. Il cinema degli inizi, legato alla sfera dell’amore e della passione, sebbene la severa censura tedesca, è quasi esclusivamente di matrice erotica [2]


[1] Bernard Eisenschitz. Breve storia del cinema tedesco. Lindau. Torino 2001
[2] Guida al cinema erotico e porno. Alessandro Bertolotti. Casa editrice Odoya. pg. 20

 

Annunci
Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: