LivingCinema

Quando sognavamo
 – Storia di una gioventù perduta dopo la caduta della DDR. 


In Nicheldome on 28 marzo 2015 at 18:22

maxresdefaultAls Wir Träumten (2015), ultima fatica del regista tedesco Andreas Dresen, racconta la storia di 5 ragazzi cresciuti a Lipsia, a cavallo dell’unificazione tedesca. La narrazione va avanti e indietro tra il prima e il dopo della riunificazione (raccontando a tinte di polaroid le slavate ambientazioni socialiste) dove i cinque protagonisti crescono, tra il sogno socialista e l’imminenza del capitalismo, in un paese in transizione che loro a fatica comprendono.

als-wir-traeumten_stills_01_dsc_7965-5.b66240cb“Da dove siamo sorti? Dalle rovine!”. Tra irruzioni pubertarie, la vitale neccessità di rielaborare i valori a loro finora insegnati e un forte legame fraterno tra di loro, Dani, Mark, Rico, Pitbull e Porno Paul cercano di realizzare in parallelo le loro aspirazioni individuali che vanno alla fine a concretizzarsi nell’apertura di un Club, l’Eastside, progetto comune che dona ai ragazzi il sogno di aver finalmente trovato la loro strada verso l’età adulta “Saremo i piu’ famosi. Poi verranno anche le ragazze”.

als-wir-traeumten_stills_05_6931.b66240cbSogno però che viene distrutto dal gruppo di neo-nazi (die Reudnitzer Rechte) che mafiosamente rivendica il quartiere capeggiato dal capo bullo Kehlmann, sebbene i ragazzi chiedono l’aiuto dei red skinheads della zona dai quali però vengono liquidati con la scusa che il gruppo di Kehlmann non è propriamente neo-nazi. I cani sciolti di Kehlmann si mettono d’impegno a perseguitare i ragazzi e vandalizzano il loro Club, cosa che segna l’inizio della discesa per i ragazzi. Rico, il pugile, non vincera‘ piu‘ nemmeno un incontro, Pitbull, il pragmatico, diventerà spacciatore e Mark il suo migliore cliente e Dani, quello piu’ forte, la voce narrante della storia, sarà i primo a tradire il loro patto di fratellanza.

als-wir-traeumten-poster-01Andreas Desen insegue tutto questo con la telecamera attaccata quasi alla nuca dei ragazzi, visioni estetizzate della sporcizia con un montaggio serratissimo, dove se all’inizio si è subito coinvolti dall’atmosfera techno nello scantinato alla fine si è colti da un sentimento di malessere causato da questo Never-ending-Party del non voler mai crescere. 
1280x720-U-D

A corollario alla visione del film in sé, un importante esperienza è stata quella di vedere questo film in un cinema indipendente della Berlino Est, durante una proiezione popolata principalmente da tedeschi dell’est (i cosibattezzati Osi da quelli dell’ovest) e vivere con loro in ogni scena la sofferenza partecipativa dell’inevitabile caduta e sgretolamento del sogno dei giovani protagonisti.

A.K.

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: