LivingCinema

Nasty baby (2015)

In Nicheldome on 9 febbraio 2015 at 13:52
Tunde Adebimpe e Kristen Wiig

Tunde Adebimpe e Kristen Wiig

Poteva essere una puntata un po’ spinta di Friends, la serie televisiva che ha spopolato a cavallo del millennio, per le sue ambientazioni rigorosamente private e famigliari, ma poteva anche essere la puntata zero dello stesso modello di serie televisiva, ai giorni d’oggi, con un tema più spinto come quello della maternità in una coppia gay, e un finale rocambolesco che spiazza nelle sue intenzioni più sincere. Si tratta invece dell’ultimo lavoro del regista cileno Sebastián Silva, il primo girato negli Stati Uniti, presentato ieri sera al 65° Festival Internazionale di Berlino nella sezione Panorama

Nasty_Baby

Sebastián Silva

Freddy (un artista che sta preparando la sua performance sull’infanzia, Nasty baby) e Mo, sono una coppia gay che vorrebbe avere un figlio e che per ottenerlo si affida al grembo di Polly, amica in comune che sogna la maternità. Il problema è che gli spermatozoi di Freddy sono troppo lenti, mentre Mo sembra non riuscire a farlo. Non è solo la maternità l’unico problema che il trio deve affrontare, ma è soprattutto Bishop, il folle del quartiere che vive sotto casa loro, e che minaccia la tranquillità borghese alla quale tutti sembrano abituati. C’è anche la sorella di Mo in realtà, contraria alla loro scelta, ma è il tempo di una cena, e il racconto man mano si inscurisce.

75

Kristen Wiig

Nasty baby è una divertente commedia sulla maternità, che nel suo tocco famigliare e leggero, ironico e mai cinico, sfiora temi anche importanti ma senza mai approfondirli, lasciando dietro di sé il significato di alcune scelte narrative.

Film intimo e personale (il regista oltre ad interpretare il protagonista Freddy, ad essere autore della sceneggiatura, ha messo anche a disposizione il suo appartamento per le riprese) che ha un difetto nell’eccesso di dialoghi, e che nel girato a mano rischia troppo anche con la messa a fuoco.

C’è qualcosa di Meticcio (1993) di Mathieu Kassovitz e per assurdo anche qualcosa di The driller killer (1979) di Abel Ferrara, con un paio di colpi alla Harmony Korine (quello più ironico e musicale). 

nasty_baby-620x326Due scene molto belle sono quella di Freddy nella vasca con il gatto che lo osserva e gioca con lui, e il gesto del padre di Mo, per la sua festa di compleanno.

Prodotto anche da Pablo Larraìn, a modo suo è un film neo-dada, come si facevano a cavallo del millennio, e un po’ prima.

buona visione.

  1. […] Nasty Baby di Sebastián Silva – Se ti sei fatto un nome nel gen(d)er, puoi rifare sempre lo stesso film. […]

    "Mi piace"

  2. […] dalla fredda Svezia il film per adesso più caldo e chiassoso della 65° Berlinale: Dyke hard (2014) di Bitte Andersson, sulla carta un’avventura lesbo rock and roll, ma sullo […]

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: