LivingCinema

7 motivi per cui funziona The Knick.

In Nicheldome, Videodrome on 15 novembre 2014 at 15:24

the-knickLa prima serie di The Knick (2014) di Steven Soderbergh funziona, e piace. Ancora una volta infatti al pubblico piace sentirsi raccontare l’altra America, e il fatto che ci fosse lui dietro il progetto (e la regia) e che il protagonista principale sarebbe stato interpretato da Clive Owen erano già di per sé due garanzie, vista poi la fotografia (macchina a mano e luci tutte di scenografia), visti i costumi e le musiche, il ritmo e l’interpretazione degli attori, non ci si poteva aspettare di meglio. Non trovando quindi nulla al suo pari, se non forse Gangs of New York (2002) di Martin Scorsese (di tutto altro stile linguistico ovviamente), abbiamo cercato allora di individuare, con un po’ di ironia, quali possano essere quegli spunti in più che permettono a The Knick di essere probabilmente la serie televisiva dell’anno.

 

Attenzione! Il proseguimento di questa pagina contiene due spoiler: uno per la serie di Soderbergh, ed uno per il film Fight Club (1999) di David Fincher.

 

The Knick piace al pubblico perché:

The-Knick-S01E02d

1) il progresso si fa, con la cocaina.

2) se hai un talento, la cocaina ti aiuta.

3) se sei un cocainomane, è perché hai talento.

4) se fai cazzate e sei un cocainomane, non ti licenziano, male che vada cambiano il luogo dell’ospedale.

5) la cocaina è una brutta cosa alla fine, ma va bene.

6) se non sei un cocainomane, fai a pugni con estranei

7) il Fight Club esisteva già.

buona visione.

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: