LivingCinema

Miss Zombie (2013)

In Nicheldome on 24 maggio 2014 at 11:51

miss-zombieMiss Zombie. (Giappone. – 85′ – b/n.)

Con: Makoto TogashiAyaka KomatsuToru Tezuka

E’ stata tutto sommato una piacevole sorpresa. Un piccolo film (con un povero bianco e nero digitale gestito dal direttore della fotografia Daisuke Sôma) che ha un titolo fascinoso e che esce nelle sale del suo paese (Giappone) in un momento di nausea generale per il genere (la stanca quarta serie di The Walking Dead). Miss Zombie (2013) invece, dell’originale e talentuoso regista Sabu (anche sceneggiatore del film) per fortuna non ha le pretese di cercar nel genere zombie movie qualcosa di ancora originale (zombie che corrono, che vanno sott’acqua, che fanno la rivoluzione, che sono nazisti, che sono pecore, ecc..) o che sia addirittura già stato detto, visto e rifatto (e qui l’elenco dei remake si farebbe troppo lungo), semplicemente Miss Zombie non parla di zombi. Certo la protagonista è comunque una morta vivente come tante ne abbiamo viste, una morta vivente che un medico porta in casa per addomesticarla (il suo grado di infezione è considerato minimo e quindi poco rischioso), ma non è comunque una storia di zombie. Nessuna infezione quindi, nessun contagio, ma solo la storia di una madre che perde il proprio figlio.

Miss-Zombie-40343Gli orientali si sa, sono più legati a questi racconti e più bravi ormai a renderli anche attraverso un minimalismo che adesso sconfina sempre di più nei generi. Miss Zombie dunque è un film di specchi sulla quale superficie si riflettono due donne (la zombie e la madre vera del bambino) che vivono entrambe lo stesso lutto, e che in un modo o nell’altro si scambiano il ruolo, in un segno di continuità che è quello solo della morte.

Miss Zombie in realtà ricorda qualcosa di The woman (2011) di Lucky McKee, ma è sicuramente meno urlato, meno “pornografico” nel linguaggio, e con più di un elemento in comune.

buona visione.

Annunci
Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: