LivingCinema

The Dog (2013)

In Nicheldome on 15 febbraio 2014 at 17:26
the_dog-thumb-630xauto-41896

John Wojtowicz

Quando nel 1972 John Wojtowicz entrava in una banca per fare una rapina, il mondo intero non sapeva ancora quello che sarebbe stato capace davvero di fare.

Al Pacino

John Wojtowicz & Al Pacino

John, con altri due compagni, fece degli ostaggi e si barricò per un pomeriggio intero, fino alla notte, ma non uccise nessuno, si fece portare anche delle pizze, e fece una sola dichiarazione che gli permise però di entrare nella storia: compieva quel gesto per procurarsi i soldi per far cambiare sesso a sua moglie, che in realtà era un travestito. Dopo di lui, lo ha fatto solo Al Pacino nel film Quel pomeriggio di un giorno da cani (1975) di Sindey Lumet.

dogDivertente, sboccato, veloce, The dog (2013) di Allison Berg, François Keraudren (proiettato al 64° Festival Internazionale del Cinema di Berlino nella selezione Panorama) è un documentario biografico con un unico grande protagonista, John Wojtowicz, una scheggia impazzita nel movimento gay del greenwich village, una icona di follia e amore dalla lingua facile e tagliente, forse uno dei pochi delinquenti che l’America ha davvero compreso ed accettato.

johnw6_thumbPer lui la seconda chance dell’american dream è stata sempre il paradosso: da rapinatore diventa prima star del sistema mediatico, poi guardia giurata di una banca. L’amore irrefrenabile, la sua unica droga, il motore di ogni sua scelta.

Delinquente o eroe? Il dibattito non affonda davvero perché il mito è già nella storia, e in un discorso quasi diretto sonsolida di se stesso un’immagine al tempo stesso piacevole e coinvolgente, sempre padrone del racconto, fino al cut finale.

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: