LivingCinema

#18 – Herzog

In Frames on 16 giugno 2012 at 11:29

“Ogni cosa che impari per placare una tua sete, non la dimentichi mai”. 

Werner Herzog

  1. […] nemmeno Cobra verde (1987) o Aguirre – Furore di Dio (1972) erano potuti arrivare (ancora Herzog) a pelo d’acqua cioè, sotto l’acqua, sul bordo di un burrone dal quale Leonardo […]

    "Mi piace"

  2. […] Il finale, l’happy end realizzato da Murnau, che vede nel raggio di sole la soluzione alle tenebre, diventerà uno dei punti centrali della sua filmografia. Personalmente troviamo surreale, e per questo incantevole, la scena in cui Ellen riceve notizie dai Carpazi seduta su una sedia, sulla sabbia, fra croci seminate intorno. Superlativa anche la prova di Alexander Granach nei panni del folle Knock, per alcuni gesti ricorda l’imbonitore da fiera de Il gabinetto del dottor Caligari (1921) di Robert Wiene, altra pellicola fondamentale dell’espressionismo tedesco. Sicuramente di diverso effetto e stile un altro vampiro, quello interpretato da Bela Lugosi in Dracula (1931) di Tod Browning. Di Nosferatu il vampiro invece, ne è stato fatto un solo remake ufficiale: Nosferatu, il principe della notte (1979) di Werner Herzog. […]

    "Mi piace"

  3. […] verità attraverso l’oggettività  dell’obiettivo della macchina da presa (ancora Herzog), Italy in a day non raggiunge nemmeno lo stesso traguardo raggiunto invece da un film […]

    "Mi piace"

I commenti sono chiusi.

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: