LivingCinema

1895 – 1909 // GRAN BRETAGNA

In Il Tempo Ritrovato on 2 settembre 2011 at 10:24

Il primo brevetto per macchina da presa inglese (kinopticon) è depositato il 16 gennaio 1896 da Birt Acres ma uno dei padri scientifici del cinema britannico è considerato invece Robert William Paul, il quale è parecchio attivo in questo campo già negli stessi anni in cui in Francia i più celebri fratelli Lumière brevettano le loro scoperte [1]. Robert W. Paul però propone da subito un cinema molto più tecnico e specializzato nel realismo sociale e intriso di naturalismo ancora in via sperimentale

Con lui si fa riferimento a quella che è definita la scuola di Brighton cui tutti i primi documentaristi fanno parte e tra le quali prime proiezioni si ricordano The arrest of a bookmaker e pellicole d’azione come Robbery of the mail coach (1903) che anticipa per certi aspetti il western americano di La grande rapina al treno (1903) di E. S. Porter. In questa prima esperienza con il cinema, il pubblico e gli autori inglesi dimostrano dunque una naturale propensione al documentario, all’impostazione realistica della messa in scena, anche se non mancarono pellicole a soggetto, la prima delle quali è il film Fire (1901) di James Williamson, per argomento simile al primo film a soggetto sempre dell’americano E. S. Porter. Molti degli storici del cinema considerano ancora oggi il film di James Williamson come il primo film a soggetto del cinema mondiale. Soprattutto in questo paese i “registi” sono più che altro tecnici che si impegnano più per sviluppare le apparecchiature che il linguaggio del cinema. È alla scuola inglese infatti che viene attribuito il primo montaggio, ed in particolare al regista George A. Smith, il quale lo utilizza già nel 1901 [2]. E’ di questi anni la prima trasposizione cinematografica di Alice nel paese delle meraviglie (1903) di Cecil M. Hapworth.


[1] Paul Rotha. The film till now. British Film Academy Reccomendation. pg. 67

[2] Lucilla Albano. Il secolo della regia. Marsilio. pg. 103

Cinema Estremo

Sex Horror Violence Weird Drama | Recensioni Film e Serie TV

Luciano Lapadula

Siamo Ciò Che Vestiamo | We Are What We Wear

ILPAESE DEI SOGNI

DOVE SE NON QUI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: